Castello Sforzesco di Milano

Il Castello Sforzesco è uno dei simboli di Milano, accanto alla Madonnina del Duomo e al Biscione dello stemma dei Visconti sildenafil 100mg tablets. Il Castello nasce una prima volta nel 1358, all’epoca di Galeazzo II Visconti, e rinasce, a seguito della sua distruzione nel 1447 ad opera della Repubblica Ambrosiana, per volontà di Francesco Sforza. Dopo aver sfiorato il rischio dell’abbattimento, per le fatiscenti condizioni in cui versava il Castello a seguito di anni di traversie, sul finire del XIX secolo si cominciarono i lavori di restauro per merito dell’architetto Luca Beltrami.
Domina il prospetto la torre del Filarete, crollata a causa di un fulmine e ricostruita nei primi anni del Novecento, da cui si accede alla Piazza d’Armi, dove sono raccolti resti di antiche costruzioni. Altre due torri caratterizzano la struttura: quella di Bona di Savoia e la Rocchetta, rifugio dei castellani nei momenti di pericolo e ora sede della sala del tesoro, custode del dipinto “Argo”, opera del Bramante. Tra le varie Sale del Castello meritano menzione quelle affrescate della Corte Ducale, all’interno delle quali si trova la Camera di Griselda, con affreschi del Castello di Roccabianca, e la Sala delle Asse di Leonardo. Il Castello è oggi sede di mostre, biblioteche e archivi.

Bel Castello powered by WordPress.